RIBES è una rete per la famiglia

La Rete RIBES offre alle persone e alle famiglie ascolto, orientamento e consulenza.

La Rete RIBES realizza servizi specifici ad affiancamento e sostegno dei progetti di vita di persone e famiglie, soprattutto nelle situazioni o nei momenti di maggiore fragilità: disabilità, povertà economica e sociale, disagio psichico, emarginazione ma anche in alcuni passaggi fragili e complessi delle età evolutive dell’infanzia-adolescenza, della vita di coppia, della vita lavorativa e dell’età anziana.

Nella la Rete RIBES è possibile trovare proposte educative, occupazionali, riabilitative, di assistenza e di cura, di consulenza e orientamento, di socializzazione/aggregazione: sul territorio (PTD, SFA, STH, nelle Scuole, in Laboratori, ma anche nel lavoro di produzione e commercializzazione agricolo e vitivinicolo, e in eventi culturali, musicali, sportivi), in centri diurni dedicati (CDD, CDI, Consultori, Ambulatori Medici e Dentistici, Centri di neuropsichiatria), a domicilio (SAD, ADI), in residenze protette (CSS, Comunità, Co-housing), ed anche in aziende/luoghi di lavoro proprie (manifatture, servizi logistici, mense e catering) o favorendo l’inserimento in altre imprese.

Referente dell'area

Francesca Facchinetti
francesca.facchinetti@cooplavorareinsieme.it

F.A.Q. - Domande Frequenti

Quali sono i servizi offerti dal consorzio rivolti ai minori?

Le cooperative che afferiscono al consorzio ribes rispondono ai bisogni di tutta l’area dei minori con proposte innovative e diversificate:

-servizi pre e post scuola per privati, scuole e comuni
– servizi educativi e scolastici
– servizi educativi al domicilio per sostenere gli apprendimenti
– valutazioni nei centri privati (alfabeta) trattamento e diagnosi dei disturbi della comunicazione e degli apprendimenti, logopedia e psicomotricità
– sostegno alla genitorialita’
– assistenza educativa scolastica per i comuni
– intervento con minori con spettro autistico: consulenza, supervisione e trattamento

Perché rivolgersi alla cooperazione sociale per i servizi ai minori?

Perché la cooperazione del consorzio ribes e’ in grado di offrire un’intera filiera di servizi collegati in continuità progettuale con il percorso di vita della persona.

Quali sono i servizi che il consorzio offre per persone con disabilità? Quali sono le offerte sulla giornata?

I servizi offerti dal Consorzio Ribes hanno un’attenzione privilegiata al progetto di vita complessivo delle persone con disabilità, orientati su servizi residenziali e diurni.

Nello specifico, i servizi diurni si differenziano tra:

– Centro Socio Educativo: sono servizi aperti dalle ore 9.00 alle ore 16.00 da lunedì a venerdì per persone che hanno disabilità medio/lievi, declinando gli interventi educativi e socializzanti attraverso un’offerta che prevede attività espressivo/ricreative, fisico/motorie, di socializzazione ed integrazione sul territorio, socio/relazionali e di autonomie personali

– Centro Diurno Disabili: sono servizi aperti dalle ore 9.00 alle ore 16.00 da lunedì a venerdì per persone che hanno disabilità medio/gravi, la progettualità è finalizzata all’integrazione sul territorio, all’attivazione di interventi di tipo educativo, socializzante, sanitario ed assistenziale; le attività proposte sono di tipo espressivo/ricreative, fisico/motorie, di socializzazione ed integrazione sul territorio, socio/relazionali e di mantenimento delle autonomie personali

Cosa offrono le cooperative aderenti al Consorzio Ribes nell'area della salute?

Alcune delle cooperative socie del Consorzio Ribes hanno sviluppato e gestiscono servizi di tipo socio-sanitario (ovvero servizi sociali con una componente di natura sanitaria) rivolti a persone con disabilità (Centri Diurni Disabili e Comunità Socio Sanitarie), ad anziani (Centri Diurni Integrati), a malati in genere (Assistenza Domiciliare Integrata), alla totalità della popolazione, con particolare attenzione all’area materno infantile (Consultori Familiari) e ai minori (strutture per il sostengo alla comunicazione e all’apprendimento. Diagnosi dei Disturbi specifici dell’apprendimento). Alcune cooperative hanno inoltre avviato servizi di natura prettamente sanitaria quali assistenza infermieristica, punti prelievo, poliambulatori medici ed odontoiatrici.

Nel caso in cui mio figlio sia inserito in una struttura residenziale, è possibile che qualche giorno torni a casa?

Sì, sono previsti rientri a casa concordati con la famiglia. E’ molto importante mantenere i rapporti con i propri famigliari, si possono prevedere rientri già prestabiliti (per esempio una volta ogni 15 giorni, una volta a settimana…) ma anche saltuari (in occasione di festività e/o ricorrenze). Sono anche favorite visite al proprio familiare presso la struttura residenziale, previo accordo.

Chi si occuperà del mio familiare all'interno della struttura?

Il personale presente è prevalentemente di tipo educativo (educatore professionale) ed assistenziale (a seconda della tipologia della struttura: asa, oss, infermiere e medico), ma sono presenti anche volontari. Il personale presente è in grado di rispondere ai bisogni della persona, siano assistenziali, sanitari, di relazione, di accompagnamento nel progetto di vita. L’obiettivo è di accompagnare i residenti dando loro opportunità abitative di adultità, sostenendoli nelle loro fragilità e incentivando lo sviluppo delle autonomie residue.

I Servizi sul Territorio

Back to Top